Descrizione del Servizio: L’ufficio per l’edilizia convenzionata e agevolata cura i rapporti tra i privati e la Pubblica amministrazione in materia di edilizia economica e popolare in genere e in particolare cura i procedimenti relativi al rilascio delle autorizzazioni alla vendita (cd. Prese d’Atto) o locazione, il rilascio dei certificati di determinazione del prezzo massimo di cessione. Fornisce informazioni specifiche sui procedimenti sopra indicati, consente l'accesso ai documenti d'archivio secondo le normative e disposizioni vigenti in materia.
Edilizia Convenzionata e Agevolata
2015 © Comune di San Donato Milanese - Area Territorio Ambiente ed Attività Produttive
Created by SARRO01
Dirigente: Ing. Giovanni Biolzi Responsabile: geom. Roberto Saronni Tel. 02.52772.510 Segreteria: Vezzoli Silvana Tel. 02.52772.592   Indirizzo: Via Cesare Battisti 2 Tel.  02.52772.1 Fax  02.52772.541 pec: protocollo@cert.comune.sando natomilanese.mi.it Orario di apertura: Martedì - Mercoledì - Venerdì orario: 8.45 - 12.45  
Gli uffici ricevono esclusivamente su appuntamento telefonando al num. tel. 02.52772.510 [servizio di prenotazione attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.45 alle ore 12.45].   
Con il termine "Edilizia convenzionata" si fa riferimento ad una molteplicità di forme di accordo tra Pubblico e Privato con le quali si tenta di dare soddisfazione all'esigenza abitativa di individuate fasce sociali. All’interno di questa dizione rientrano vari tipi di abitazioni: - costruzioni interamente a carico del committente pubblico, ossia alloggi costruiti dai vari Enti Autonomi Case Popolari, e ceduti in affitto, perpetuo o a riscatto;  - costruzioni interessate da varie "convenzioni" su aree assegnate in diritto di superficie o in diritto di proprietà, diverse da caso a caso, nelle quali, generalmente l'imprenditore privato (impresa o cooperativa) si impegna a realizzare un dato numero di alloggi, a proprie spese, da vendere a determinate condizioni che si definiscono appunto ‘convenzionate’ quali, ad esempio, un prezzo al metro quadro inferiore alle normali condizioni di mercato; in alcuni casi l’acquirente dovrà invece soddisfare talune condizioni tra le quali la residenza nel comune o comprensorio dove verrà realizzato l’intervento ed impegnarsi a rispettare vincoli di prezzo e di cessione; in questo caso si fa riferimento alla L.167/'62. Procedure previste per cessioni o locazioni di alloggi vincolati ex lege 167/62:
Vuoi svincolare il tuo alloggio dalla L. 167: Con la nuova Legge n. 106 del 12/07/2011, lo Stato ha introdotto novità sostanziali sulla possibilità di rimuovere i vincoli imposti dalla L. 167, per saperne di più clicca qui link.
Convenzioni ex lege 167: "Elenco Convenzioni stipulate in attuazione al Piano di Zona Consortile", così come previsto dalle Leggi n. 167/62 e n. 865/71, negli interventi di Edilizia Economico-Popolare, realizzati nel Comune di San Donato Milanese (Mi), per saperne di più clicca qui link.
Home Modulistica Urbanistica Patrimonio Edilizia Privata Ambiente Lavori pubblici Contatti
“Presa d'Atto di autorizzazione alla cessione/vendita/locazione di alloggi e/o unità immobiliari costruite su aree assegnate in diritto di superficie o in diritto di proprietà, o trasformate, per le quali non sono ancora decaduti i vincoli convenzionali ex lege 167/62.” In cosa consiste: I proprietari degli alloggi edificati in aree p.e.e.p. assegnate in diritto di superficie o in diritto di proprietà o che sono stati oggetto di trasformazione, avendo stipulato una nuova convenzione con il Comune ai sensi dell' art. 31, comma da 45 a 50, Legge n. 448/98, devono, se intenzionati a vendere o affittare il proprio alloggio, chiedere l'autorizzazione (cd. Presa d'Atto) comunale.  Un caso particolare è rappresentato dal lotto 2 SD/18-34 per il quale la convenzione prevede il diritto di prelazione del Comune al momento della vendita dell'alloggio. In tal caso nella convenzione e nei contratti di assegnazione degli alloggi è indicata la procedura da seguire.   Requisiti: Possono richiedere la Presa d'Atto tutti coloro che sono proprietari di un alloggio edificato in area p.e.e.p., assegnato in diritto di superficie o in diritto di proprietà o che è stato oggetto di trasformazione ai sensi della L. 448/98 e per i quali non sono ancora decaduti i vincoli convenzionali del prezzo massimo di cessione/locazione e di verifica dei requisiti soggettivi di aspiranti acquirenti o conduttori.  Documenti da presentare in caso di cessione/vendita: La richiesta di Presa d'Atto, in bollo, per la cessione dell'alloggio deve essere depositata in Comune 60 giorni prima della compravendita. 1. Richiesta di Presa d'Atto e verifica del prezzo massimo di cessione (da compilarsi a cura del venditore) da utilizzare in caso di cessione di alloggio costruito su aree concesse in diritto di superficie o proprietà, ai sensi dell'art. 35 della L. 865/71 clicca qui per scaricare il documento 2. Dichiarazione di Atto Notorio (da compilarsi a cura dell'acquirente) da utilizzare in caso di acquisto di un alloggio o unità immobiliare, costruiti su aree concesse in diritto di superficie, ai sensi dell'art. 35 della L. 865/71, e per i quali sono attualmente in vigore le limitazioni d'uso e godimento previste dall'originaria convenzione ex L. 167/62 clicca qui per scaricare il documento 3. Modello Comunicazione su processo di trasformazione da diritto di Superficie in diritto di Proprietà (da compilarsi a cura dell'acquirente) da utilizzare in caso di acquisto di un alloggio o unità immobiliare, costruiti su aree concesse in diritto di superficie, ai sensi dell'art. 35 della L. 865/71  clicca qui per scaricare il documento 4. Guida sulla modulistica da utilizzarsi per la cessioni di alloggi e unità immobiliari realizzati su aree concesse in diritto di superficie, ai sensi dell'art. 35 della L. 865/71  clicca qui per scaricare il documento 5. Relazione asseverata Mod. A (da compilarsi e rilasciarsi a cura di un tecnico abilitato) di determinazione della superficie commerciale (Sc) dell'unità immobiliare da allegare necessariamente alla richiesta di Presa d'Atto di cessione alloggio o alla richiesta di determinazione del prezzo di cessione, se richiesta in base ai valori di mercato immobiliare, di cui alla Delibera C.C. n. 28 del 26/06/2008 clicca qui per scaricare il documento Documenti da presentare in caso di locazione La richiesta di Presa d'Atto, in bollo, per la locazione dell'alloggio deve essere depositata in Comune 60 giorni prima della sottoscrizione del contratto di locazione. 1. Richiesta di Presa d'Atto e verifica del prezzo massimo di locazione(da compilarsi a cura del proprietario/locatario) da utilizzare in caso di affitto di alloggio costruito su aree concesse in diritto di superficie o proprietà, ai sensi dell'art. 35 della L. 865/71 clicca qui per scaricare il documento 2. Dichiarazione di Atto Notorio (da compilarsi a cura dell'inquilino/conduttore) da utilizzare in caso di affitto di un alloggio o unità immobiliare, costruiti su aree concesse in diritto di superficie, ai sensi dell'art. 35 della L. 865/71, e per i quali sono attualmente in vigore le limitazioni d'uso e godimento previste dall'originaria convenzione ex L. 167/62 clicca qui per scaricare il documento 3. Guida sulla modulistica da utilizzarsi per la locazioni di alloggi e unità immobiliari realizzati su aree concesse in diritto di superficie, ai sensi dell'art. 35 della L. 865/71  clicca qui per scaricare il documento 4. Relazione asseverata Mod. A (da compilarsi e rilasciarsi a cura di un tecnico abilitato) di determinazione della superficie commerciale (Sc) dell'unità immobiliare da allegare necessariamente alla richiesta di Presa d'Atto alla locazione alloggio o alla richiesta di determinazione del prezzo massimo di locazione, se richiesta in base ai valori di mercato immobiliare, di cui alla Delibera C.C. n. 28 del 26/06/2008 clicca qui per scaricare il documento Gli alloggi possono essere locati, previa specifica autorizzazione rilasciata dal Comune, esclusivamente a soggetti in possesso dei requisiti soggettivi al momento vigenti, ad un canone annuo non superiore al 4,5% (quattro virgola cinque per cento) del prezzo massimo di cessione dell'alloggio. Tale canone sarà oggetto di rivalutazione biennale in base alle variazioni dell'indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati nei limiti e con le modalità previste dalla legislazione vigente. Tempi di rilascio: Entro 30 giorni dalla richiesta. Il termine viene interrotto qualora l'Ufficio Tecnico comunale richieda integrazioni alla documentazione presentata.    Costi: Il servizio svolto dall'Ufficio Tecnico comunale è gratuito; - l'utente deve sostenere la spesa per incaricare un suo tecnico di fiducia del calcolo della superficie commerciale dell'alloggio, qualora ricorra al nuovo metodo di calcolo ai sensi della delibera C.C. n. 28 del 26 giugno 2008  A chi rivolgersi: La richiesta può essere inviata per posta indirizzandola a: Dirigente dell'Area Territorio Ambiente ed Attività Produttive - Via C. Battisti, 2 - 20097 San Donato Milanese oppure presentata direttamente all'Ufficio Protocollo Comunale dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.45 alle ore 12.45. Validità: La Presa d'Atto ha validità di 60 giorni, e nei successivi 40 giorni, deve essere presentata copia dell'atto notarile di compravendita o del contratto di locazione, debitamente registrato. Il prezzo massimo di cessione è attualizzato mediante l'applicazione degli indici Istat e riferimenti mercuriali rilevati dal Borsino Immobiliare del la Camera di Commercio di Milano, esistenti al momento dell'elaborazione del calcolo e deprezzato per vetustà, e quindi deve essere calcolato poco prima della compravendita e presentato prima della stipula all'Ufficio Tecnico comunale (attraverso il deposito al Protocollo Generale del Comune).  Normativa di riferimento: Regolamento per l'attuazione del Piano di Zona consortile - allegato "B" alla deliberazione C.i.m.e.p. n. 12 del 23 febbraio 2010
“Modulistica da utilizzare per richiedere la determinazione del prezzo massimo di cessione, successiva alla prima assegnazione, di alloggi e/o unità immobiliari per i quali sono attualmente in vigore le limitazioni d'uso e godimento previste dall'originaria convenzione ex L. 167/62:” 1. Richiesta di determinazione del Prezzo massimo di cessione in base agli indici I.s.t.a.t. (da compilarsi a cura del proprietario) da applicare in caso di cessione di alloggio costruito su aree concesse in diritto di superficie o proprietà, ai sensi dell'art. 35 della L. 865/71 e per i quali sono attualmente in vigore le limitazioni d'uso e godimento previste dall'originaria convenzione ex L. 167/62 clicca qui per scaricare il documento 2. Richiesta di determinazione del Prezzo massimo di cessione in base ai valori di mercato immobiliare, di cui alla Delibera C.C. n. 28 del 26/06/2008 (da compilarsi a cura del proprietario) da applicare in caso di cessione di alloggio costruito su aree concesse in diritto di superficie o proprietà, ai sensi dell'art. 35 della L. 865/71 e per i quali sono attualmente in vigore le limitazioni d'uso e godimento previste dall'originaria convenzione ex L. 167/62 clicca qui per scaricare il documento 3. Relazione asseverata Mod. A (da compilarsi e rilasciarsi a cura di un tecnico abilitato) di determinazione della superficie commerciale (Sc) dell'unità immobiliare da allegare necessariamente alla richiesta di determinazione del prezzo massimo, se richiesta in base ai valori di mercato immobiliare, di cui alla Delibera C.C. n. 28 del 26/06/2008 clicca qui per scaricare il documento
Gli uffici ricevono esclusivamente su appuntamento telefonando al num. tel. 02.52772.520 [servizio di prenotazione attivo Martedì - Mercoledì - Venerdì dalle ore 8.45 alle ore 12.45].