Si informa che con delibera di Consiglio Comunale n. 40 del 19.12.2013 è stata approvata la riduzione del termine temporale trentennale. Più precisamente a seguito dell’entrata in vigore dell’art. 23-ter, comma 1-bis della Legge n. 135/2012, vigente dal 15.08.2012, di modifica dell'art. 31, comma 46 della legge n. 448/1998 il termine è ridotto in vent’anni, per tutte le convenzioni, già stipulate ai sensi della L. 448/98 per la trasformazione da diritto di superficie in diritto di proprietà, e ancora da sottoscrivere. clicca qui per consultare il documento
“Eliminazione dei vincoli convenzionali trentennali e ventennali del prezzo massimo di cessione degli alloggi in aree p.e.e.p.” In cosa consiste: Nella possibilità di cancellare il vincolo trentennale e ventennale del prezzo massimo di cessione, qualora ricorrano determinate condizioni fra le quali quella che: - siano state ultimate le procedure di acquisizione dei terreni p.e.e.p. da parte del Comune; - siano decorsi 15 anni dalla data di stipula dell'atto notarile di prima assegnazione, nel caso si siano ottenuti contributi pubblici erogati da parte dello Stato o della Regione Lombardia, per l'acquisto del proprio immobile, sia in conto interessi (ossia mutuo agevolato) che con contributo in conto capitale. Essa prevede che la cancellazione di tali vincoli avvenga attraverso il pagamento di un corrispettivo calcolato riferendosi in parte, al valore venale dell'area sulla quale si trova l'alloggio e in parte versando il contributo del costo di costruzione, precedentemente non corrisposto, sulla base della superficie complessiva dell'alloggio. I proprietari che non detengono l'alloggio in piena proprietà possono usufruire di questa opportunità solo previo versamento del corrispettivo di cui alla Legge n. 448/1998, che consente la trasformazione in piena proprietà, attraverso la stipula di una convenzione sostitutiva da diritto di superficie in diritto di proprietà. Lo schema di convenzione integrativa per il recesso anticipato dal vincolo convenzionale del prezzo massimo di cessione, relativamente alle aree p.e.e.p. cedute o trasformate in proprieta è il seguente: scarica schema di convenzione integrativa per l'eliminazione dei vincoli trentennali degli alloggi già trasformati ai sensi della L. 448/98 (schema B allegato alla delibera di C.C. n. 15 del 08/03/2011) (28 KB) Requisiti: Essere proprietari di un alloggio edificato in area p.e.e.p. in diritto di proprietà o trasformato in diritto di proprietà, con l'intenzione di liberalizzarli completamente ed immetterli subito sul libero mercato immobiliare, senza sottostare all'obbligo del prezzo massimo di vendita e alla verifica dei requisiti soggettivi degli aspiranti acquirenti.  Documenti da presentare: Al modulo di domanda, da presentare in carta libera, deve aggiungersi la presentazione di: - copia documento di identità valido di tutti i sottoscrittori titolari di diritto; - copia codice fiscale di tutti i sottoscrittori titolari di diritto; - copia completa dell'atto notarile di prima assegnazione ed eventuali successivi atti di compravendita dell'unità o delle unità immobiliari indicate nella presente richiesta, ivi compresi eventuali box e/o posti-auto; - copia dell'atto notarile di trasformazione stipulato ai sensi dell'art. 31, commi da 45° a 50° della L. 448/1998; - planimetrie catastali aggiornate dell'alloggio e relativi boxes; - copia completa dell'attestato di Certificazione Energetica dell'alloggio; - copia completa dell'eventuale denuncia di successione, debitamente registrata; - copia della tabella millesimale riportante le rispettive quote di comproprietà sulle parti comuni dell'edificio; - relazione asseverata (Mod. B), contenente il calcolo della superficie complessiva dell'alloggio, box e posto- auto (da compilarsi e rilasciarsi a cura di un tecnico abilitato) (73 KB) scarica il modulo di richiesta di determinazione del corrispettivo per l'eliminazione del vincolo convenzionale del prezzo massimo di cessione dell'alloggio p.e.e.p. già in diritto di piena proprietà (122 KB) Nel caso di alloggi ancora da trasformare e/o svincolare, prendere visione della documentazione richiesta sia per la trasformazione da diritto di superficie in diritto di proprietà che per la sostituzione delle convenzioni ante L. 179/1992. Tempi di rilascio: Entro 60 giorni dalla singola richiesta. L'Ufficio Tecnico comunale verifica la completezza della documentazione presentata; i termini vengono interrotti nel caso che l'Ufficio Tecnico comunale richieda integrazioni alla documentazione presentata. I tempi per la stipula della nuova convenzione dipendono dal calendario dei rispettivi notai scelti.     Costi: La domanda è in carta libera; - esiste un corrispettivo da pagare, composto da una quota relativa al contributo sul costo di costruzione e commisurato alla superficie complessiva dell'alloggio, ed una quota calcolata sul valore venale dell'area p.e.e.p. in modo proporzionale al numero di anni che mancano alla scadenza trentennale (computata a partire dalla data dell'originaria convenzione di assegnazione dell'area in diritto di superficie), che varia da abitazione ad abitazione e viene determinato dall'ufficio tecnico comunale. Il richiedente dovrà inoltre sostenere i costi per la stipula della nuova convenzione e per il calcolo della superficie complessiva dell'alloggio, ad opera di un tecnico incaricato dal proprietario dell'alloggio.   A chi rivolgersi: La richiesta può essere inviata per posta indirizzandola a: Dirigente dell'Area Territorio Ambiente ed Attività Produttive - Via C. Battisti, 2 - 20097 San Donato Milanese oppure presentata direttamente all'Ufficio Protocollo Comunale dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.45 alle ore 12.45. Per informazioni sulla stipula della convenzione occorre rivolgersi direttamente all'Ufficio Tecnico del Comune. Validità: La nuova convenzione stipulata avanti un notaio, ha validità immediata.  Normativa di riferimento: L. n. 448/98, art. 31, c. da 45 a 50 Delibera C.C. n. 15 del 08/03/2011
Eliminazione vincoli residui trentennali e ventennali
2015 © Comune di San Donato Milanese - Area Territorio Ambiente ed Attività Produttive
Created by SARRO01
Dirigente: Ing. Giovanni Biolzi Responsabile: geom. Roberto Saronni Tel. 02.52772.510 Segreteria: Vezzoli Silvana Tel. 02.52772.592   Indirizzo: Via Cesare Battisti 2 Tel.  02.52772.1 Fax  02.52772.541 pec: protocollo@cert.comune.sand onatomilanese.mi.it Orario di apertura: Martedì - Mercoledì - Venerdì orario: 8.45 - 12.45  
Gli uffici ricevono esclusivamente su appuntamento telefonando al num. tel. 02.52772.520 [servizio di prenotazione attivo Martedì - Mercoledì - Venerdì dalle ore 8.45 alle ore 12.45].   
Grafico Esito Processo di Trasformazione da diritto di Superficie a diritto di Proprietà: rappresentazione aerofotogrammetrica territoriale aggiornata al 21/06/2006 Download tavole:   Tav. 1 scala 1:2000 Tav. 2 scala 1:2000 Tav. 3 scala 1:2000 Tav. 4 scala 1:2000  Tav. 5 scala 1:2000 Tav. 6 scala 1:2000 Tav. 7 scala 1:2000 Tav. 8 scala 1:2000 Tav. 9 scala 1:2000 Consulta le tavole in formato pdf (Adobe Reader) - L'apertura può richiedere tempo dipendente dal tipo di connessione attiva sul tuo pc.
Trasformazione diritto di superficie in diritto di proprietà: Ad oggi il 100% del Piano di Zona consortile su San Donato Milanese è stato attuato. Con l'entrata in vigore della Legge n. 549 del 28/12/1995, lo Stato, al fine di razionalizzare le spese degli enti locali, ha attribuito ai Comuni la possibilità di trasformare le aree concesse in diritto di superficie (per la definizione vedasi l'art. 952 e successivi del Codice Civile) (solitamente concesse per una durata di anni novanta) in aree concesse in diritto di proprietà dietro il versamento di un corrispettivo. Con la Legge n. 448 del 23/12/1998, lo Stato ha approvato le ultime disposizioni, tutt'oggi in vigore, che regolano il processo di trasformazione delle aree concesse in diritto di superficie in attuazione dei Piani di Zona, approvati ai sensi della L. 167/62 e L. 865/71, per saperne di più clicca qui link.
Home Modulistica Urbanistica Patrimonio Edilizia Privata Ambiente Lavori pubblici Contatti
Descrizione del Servizio: L’ufficio per l’edilizia convenzionata e agevolata cura i rapporti tra i privati e la Pubblica amministrazione in materia di edilizia economica e popolare in genere e in particolare cura i procedimenti relativi al rilascio delle autorizzazioni alla vendita (cd. Prese d’Atto) o locazione, il rilascio dei certificati di determinazione del prezzo massimo di cessione. Fornisce informazioni specifiche sui procedimenti sopra indicati, consente l'accesso ai documenti d'archivio secondo le normative e disposizioni vigenti in materia.