Correzione di errori materiali e rettifiche cartografiche del PGT vigente dal 21/05/2014
2020 © Comune di San Donato Milanese - Area Territorio Ambiente e Opere Pubbliche
Created by SARRO01
Approvazione correzione di errori materiali e rettifiche cartografiche degli atti relativi al PGT - Vigenti dal 21/05/2014 con l’avvenuta pubblicazione sul B.u.r.l. - serie Avvisi e Concorsi n. 21 del 21.05.2014 > Delibera C.C. n. 2 del 14.03.2014 di correzione errori materiali [PGT] > Allegato 1 Alcuni documenti di questa sezione potrebbero essere molto pesanti, suggeriamo quindi di salvarli cliccando su di essi con il tasto destro del mouse, selezionando "salva oggetto con nome..." Atti rettificati: DdP 0.1 - Relazione DdP 0.2 - Indirizzi e schede norme per l'attuazione degli ambiti di trasformazione DdP 2.5 - Aree e attrezzature di interesse generale pubbliche e di uso pubblico: offerta esistente - (scala 1:7000)  DdP 2.6 - Sistema territoriale infrastrutturale della mobilità e gerarchia delle strade - (scala 1:7000)  DdP 2.9 - Accessibilità delle attrezzature di interesse generale esistenti e fruibilità urbana delle aree a verde e dei servizi per l'istruzione - (scala 1:12000)  DdP 2.12.1 - Sistema territoriale insediativo: carta dei vincoli - (scala 1:5000)  DdP 2.12.2 - Sistema territoriale insediativo. carta dei vincoli - (scala 1:5000)  DdP 2.13 - Sistema territoriale ambientale. carta dei vincoli Paesistico - Ambientali - (scala 1:7000)  DdP 2.16 - Carta del paesaggio - (scala 1:7000) DdP 3.2 - Sensibilità paesistica - (scala 1:7000) DdP 3.3  - Sistema territoriale ambientale. Variazioni proposte dal PGT riguardanti gli strumenti sovraordinati - (scala 1:7000) DdP 4.0 - Sintesi di previsioni del piano - (scala 1:7000) Atti rettificati: PdR 0.1 - Relazione PdR 0.2 - Norme Tecniche di attuazione PdR 1.1 - "Classificazione del territorio comunale in ambiti omogenei", scala 1:5000 PdR 1.2 - "Classificazione del territorio comunale in ambiti omogenei", scala 1:5000 PdR 2.1 - "Classificazione del territorio in ambiti omogenei e disciplina", scala 1:2000 PdR 2.2 - "Classificazione del territorio in ambiti omogenei e disciplina", scala 1:2000 PdR 2.3 - "Classificazione del territorio in ambiti omogenei e disciplina", scala 1.2000 PdR 2.4 - "Classificazione del territorio in ambiti omogenei e disciplina", scala 1:2000 PdR 2.5 - "Classificazione del territorio in ambiti omogenei e disciplina", scala 1:2000 PdR 2.6 - "Classificazione del territorio in ambiti omogenei e disciplina", scala 1:2000 PdR 2.7 - "Classificazione del territorio in ambiti omogenei e disciplina", scala 1:2000 PdR 2.8 - "Classificazione del territorio in ambiti omogenei e disciplina", scala 1:2000 PdR 2.9 - "Classificazione del territorio in ambiti omogenei e disciplina", scala 1:2000 PdR 3.0 - "Disciplina e prescrizioni morfologiche per gli ambiti di antica formazione urbana (naf)", scala 1:1000 PdR 4.1 - "Sistema Territoriale Insediativo: Carta dei Vincoli", scala 1:5000 PdR 4.1bis - "Sistema Territoriale Insediativo: Carta dei Vincoli", scala 1:2000 PdR 4.2 - "Sistema Territoriale Insediativo: Carta dei Vincoli", scala 1:5000 PdR 4.2bis - "Sistema Territoriale Insediativo: Carta dei Vincoli", scala 1:2000 PdR 4.3 - "Sistema territoriale paesistico ambientale. Carta dei vincoli e Adeguamento della disciplina urbanistica comunale alla pianificazione sovraordinata", scala 1:7000 PdR 5.0 - "Ambiti ed elementi del paesaggio", scala 1:7000 PdR 6.0 - "Classificazione del territorio in ambiti omogenei e disciplina" - Proposta variazione del perimetro della fascia cimiteriale, scala 1:2000 PdR 7.0 - "Classificazione del territorio in ambiti omogenei e disciplina" - Piani di Rischio Aereo, scala 1:3000 Atti rettificati: PdS 0.2 - Norme Tecniche di attuazione PdS 1.1 - "Previsioni di Piano ", scala 1:5000 PdS 1.2 - "Previsioni di Piano ", scala 1:5000 AllegatI: PdS Allegato 1 - "Catalogazione puntuale delle aree a attrezzature di interesse generale pubbliche e di uso pubblico e della rete commerciale"
Piano delle Regole Piano dei Servizi Documento di Piano Home Modulistica Urbanistica Patrimonio Edilizia Privata Ambiente Lavori pubblici Contatti
Il PGT si compone di 3 atti distinti: - Documento di piano - Piano dei servizi - Piano delle regole cosa sono: Il documento di piano definisce il quadro generale della programmazione urbanistica, attraverso l’individuazione degli ambiti soggetti a trasformazione urbanistica. Il documento di piano prevede anche un lavoro di analisi del territorio comunale da tutti i punti di vista, inclusi quello geologico, ambientale, urbanistico, viabilistico, infrastrutturale, economico, sociale e culturale. Questo documento evidenzia beni storici o ambientali di particolare interesse. Il documento di piano ha lo scopo di definire e pianificare lo sviluppo della popolazione residente nel comune. Tipicamente il documento di piano è il primo atto nella stesura del PGT. Il piano delle regole definisce la destinazione delle aree del territorio comunale consolidato e in questo assomiglia un po' al Piano regolatore generale. In particolare individua le aree destinate all'agricoltura, le aree di interesse paesaggistico, storico o ambientale e le aree che non saranno soggette a trasformazione urbanistica. Il piano delle regole definisce anche le modalità degli interventi urbanistici sia sugli edifici esistenti che di quelli di nuova realizzazione. Questo significa che viene stabilito quanto costruire, come costruire e quali sono le destinazioni non ammissibili. Il piano dei servizi [PdS] definisce le strutture pubbliche o di interesse pubblico di cui il comune necessita. Il piano dei servizi tiene conto della popolazione residente nel comune o che gravita in esso e di quella prevista in futuro dal documento di piano. Il piano dei servizi tiene conto dei costi operativi delle strutture pubbliche esistenti e dei costi di realizzazione di quelle previste, si preoccupa della loro fattibilità e definisce la modalità di realizzazione dei servizi medesimi. Le indicazioni contenute nel piano dei servizi circa le aree identificate come di interesse pubblico sono prescrittive e vincolanti per 5 anni dall'entrata in vigore del PGT e decadono qualora il servizio non sia inserito entro questo termine nel programma triennale delle opere pubbliche.