Ufficio per le concessioni di suolo, sottosuolo e spazi pubblici
2015 © Comune di San Donato Milanese - Area Territorio Ambiente ed Attività Produttive
Created by SARRO01
Procedimento amministrativo per il rilascio dei provvedimenti autorizzativi e di concessione di suolo e sottosuolo pubblico”: Chiunque intende occupare nel territorio comunale spazi ed aree pubbliche, in via temporanea o permanente, deve preventivamente presentare all'Ufficio per la concessione di suolo, sottosuolo e spazi pubblici comunali domanda volta ad ottenere il rilascio di un apposito atto di autorizzazione/concessione. La domanda di concessione deve essere presentata utilizzando il servizio online dello Sportello Unico per l’Edilizia (Cportal/SUE). In attesa di attivare il servizio di conservazione digitale documentale previsto dalle disposizioni normative sulla dematerializzazione delle pratiche edilizie; l'istanza dovrà necessariamente essere presentata anche in formato cartaceo al protocollo comunale, (stampando l'intera documentazione caricata su questo portale, ivi compreso il modulo di domanda, avendo cura di apporre il proprio timbro e firma) ed i termini istruttori inizieranno a decorrere dalla data di ricezione della documentazione in formato cartaceo, alla quale è obbligatorio allegare la distinta di avvenuta pubblicazione online della pratica stessa. L’istanza dovrà inoltre contenere: a) nel caso di persona fisica o impresa individuale, le generalità, la residenza e il domicilio legale, il codice fiscale dei richiedente nonché il numero di partita IVA, se posseduta; b) nel caso di soggetto diverso da quelli di cui alla letto a), la denominazione o ragione sociale, la sede legale, il codice fiscale e il numero di partita IVA, nonché le generalità del legale rappresentante che sottoscrive la domanda; nel caso di condomini la domanda deve essere sottoscritta dall'amministratore; c) l'ubicazione e la determinazione della porzione di suolo o spazio pubblico o del bene che si richiede di occupare; d) la superficie o l'estensione lineare che si intende occupare; e) la durata e la frequenza per le quali si richiede l'occupazione, nonché la fascia oraria di occupazione; f) il tipo di attività che si intende svolgere, i mezzi con cui si intende occupare nonché la descrizione dell'opera o dell'impianto che si intende eventualmente eseguire. “Normativa di riferimento:” Regolamento per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche comunale: approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 6 del 12 gennaio 2000. clicca qui per scaricare il documento Modulistica: Clicca qui per presentare l’istanza online, previa registrazione... in caso di occupazioni temporanee giornaliere, esenti da canone cosap, riguardanti: - operazioni di trasloco di durata < 6 ore; - potatura e/o manutenzione verde di durata < 6 ore; - raccolta firme e/o propaganda a carattere politico sup. < 10 mq.; - occupazione senza manomissione suolo < 7,5 mq.; - occupazione per attività edilizie sup. < 15 mq.; - occupazione temporanea < 60 minuti; Clicca qui per scaricare il modulo domanda di occupazione  giornaliera... oppure Clicca qui per presentare l’istanza online, previa registrazione...
Home Modulistica Urbanistica Patrimonio Edilizia Privata Ambiente Lavori pubblici Contatti
Dirigente: Ing. Giovanni Biolzi Responsabile: geom. Roberto Saronni Tel. 02.52772.510 Referenti Tecnici: Ezio Murgolo Tel. 02.52772.430 Segreteria: Vezzoli Silvana Tel. 02.52772.592   Indirizzo: Via Cesare Battisti 2 Tel.  02.52772.1 Fax  02.52772.541 pec: protocollo@cert.comune.sando natomilanese.mi.it Orario di apertura: Martedì - Mercoledì - Venerdì orario: 8.45 - 12.45  
Gli uffici ricevono esclusivamente su appuntamento telefonando al num. tel. 02.52772.430 [servizio di prenotazione attivo Martedì - Mercoledì - Venerdì dalle ore 8.45 alle ore 12.45].   
Attività dell’Ufficio per le concessioni di suolo, sottosuolo e spazi pubblici: cura i rapporti tra i cittadini, imprese e commercianti e la Pubblica amministrazione in materia di occupazione di suolo e spazi pubblici. Provvede al rilascio delle autorizzazioni e concessioni temporanee e permanenti ed alla determinazione del canone (Cosap) dovuto, relativamente ai seguenti interventi: SUOLO PUBBLICO o Passi carrai o Spazi riservati in via esclusiva e permanente al carico e scarico merci o Spazi riservati al parcheggio privato o Chioschi e simili adibiti alla somministrazione di beni e servizi al dettaglio o Cartellonistica pubblicitaria stradale e preinsegne o Mezzi pubblicitari aventi dimensioni volumetriche appoggiati al suolo o Esposizione di merce all'esterno di negozi su appositi supporti o Esposizione di merci alla rinfusa all'esterno di negozi o Arredo urbano in genere pubblicizzato ed esposto a cura di privati o Ponteggi, attrezzature e materiali necessari all'effettuazione di lavori edili e simili o Dehors o Fioriere e simili o Aree mercatali o Distributori di tabacchi SOPRASSUOLO o Tende parasole o Insegne a bandiera ed altri mezzi pubblicitari aventi dimensione volumetrica non appoggiati al suolo o Cavidotti, elettrodotti e simili o Impianti a fune per trasporto merci e persone SOTTOSUOLO o Cisterne e serbatoi interrati in genere o Cavidotti interrati o Condotte e tubazioni interrate o Pozzi, pozzettì, cabine di derivazione e smistamento esclusi gli allacci ai servizi di pubblica utilità o Cunicoli sotterranei destinati allo scorrimento di cavi e simili per l'erogazione di pubblici servizi Reprime gli abusi e usi impropri in materia di occupazione suolo e spazi pubblici. Fornisce informazioni specifiche sui procedimenti sopra indicati, consente l'accesso ai documenti d'archivio secondo le normative e disposizioni vigenti in materia.   
Violazioni e sanzioni: Le occupazioni di suolo pubblico o di aree e spazi pubblici prive della necessaria concessione sono punite con l'applicazione delle sanzioni, nel caso di installazioni abusive di manufatti, il Comune può procedere alla immediata rimozione d'ufficio delle stesse, avviando contestualmente le procedure per l'applicazione delle sanzioni amministrative. Le spese per la rimozione sono a carico del contravventore e sono recuperate, qualora non versate, con il procedimento di riscossione coattiva.  
ATTENZIONE: Attività edilizia dei privati su aree pubbliche e e/o demaniali: in caso di realizzazione di manufatti (dehors, gazebi, tensostrutture, ecc.); per la realizzazione, previo ottenimento dell’autorizzazione all’occupazione, da parte di privati, di interventi edilizi su aree pubbliche e demaniali, l’intervento è disciplinato dalle norme del d.P.R. n. 380/2001 “Testo Unico per l’Edilizia”.   
Patrimonio